I primi documenti che parlano di Sondalo come centro abitato risalgono all’XI secolo e non vi sono certezze sul suo passato più remoto, anche se alcune leggende parlano insistentemente della presenza in zona di un grande lago.

storia04

E’ interessante notare che in tali documenti il nome varia: Sondallo, Sondello, Sondalle,Somdale, Sumdalum.
Probabilmente il nome vuole indicare un terreno tenuto e lavorato dal padrone e dai suoi servi.
Sondalo è qualificato come “fundum”, vale a dire un podere che in antichità veniva assegnato come premio ai legionari romani che si erano particolarmente distinti in guerra, e anche come “castrum”, cioè come luogo fortificato e circondato da mura.
Un documento del 1093, ad esempio, parla di una porta “Trevixinia” che probabilmente dava accesso al piccolo centro abitato e che era chiamata così perchè rivolta verso Tresivio che, allora, era il centro più importante della valle.

storia01

Dai documenti rinvenuti si evince comunque che anche l’abitato di Sondalo, come tutto il territorio Valtellinese, è passato da una dominazione all’altra nel corso degli ultimi secoli.
Dai Visconti Venosta, per giungere fino ai giorni nostri, nella zona si sono avvicendati al potere i Grigioni, la Repubblica Cisalpina, Napoleone, il Lombardo Veneto e l’Impero Austro Ungarico.
Il suo territorio, situato in una zona ritenuta militarmente strategica, si trovò, proprio per questa sua particolare posizione geografica, ad avere anche diverse fortificazioni (castrum) che però furono soggette a parecchie devastazioni e saccheggi, per cui attualmente se ne conservano solo pallidi ricordi.

storia02

La storia più recente di Sondalo è caratterizzata dalla costruzione di un’imponente struttura sanitaria che domina il paese dall’alto.
Negli anni trenta a Sondalo iniziano i lavori per la realizzazione di un Villaggio sanatoriale per la cura della tubercolosi. I lavori per la costruzione del grande complesso iniziano nel 1932. Si tratta, per i tempi, di un’opera ciclopica. Sono costruiti, a notevole distanza uno dall’altro, nove padiglioni di degenza, di cui otto “padiglioni tipo” tutti uguali, e uno chirurgico. Si tratta d’imponenti edifici di nove piani, dall’architettura solenne e monumentale dell’era fascista, collegati tra loro da un’ampia rete stradale pavimentata in porfido. Il tutto è immerso in una vasta area boscosa di trentaquattro ettari con abeti, larici, cedri deodara, tuie, ibisco, olmi, tigli.

storia03

Attorno a questa struttura si è sviluppata nel corso degli anni l’economia del paese. La presenza del grosso complesso ospedaliero ha caratterizzato anche lo sviluppo turistico di Sondalo che ha saputo costruirsi una propria identità, basata soprattutto sul concetto di una vacanza all’insegna del relax e della salute. Per il turista sostare a Sondalo significa riposo, serenità, salute, con la possibilità di immergersi nella natura usufruendo di una vasta rete sentieristica.

Contattaci

Mandateci una mail e vi risponderemo il prima possibile. Grazie!

Not readable? Change text. captcha txt